CENTRO SPORTIVO ITALIANO - COMITATO REGIONALE VENETO

Lo sport forse non è la felicità, ma io non ho mai visto uno sportivo triste

Lo sport forse non è la felicità, ma io non ho mai visto uno sportivo triste

Ho riportato la lettera di Giovanni con la speranza che vi sia da stimolo, di provare lo sport, di prendere in mano le redini della vostra esistenza e del vostro futuro.
In fin dei conti l’essere umano per sua natura è motivato e regolato da una tensione interiore che lo spinge verso interessi e passioni; la cultura e lo sport devono essere tra questi, anzi, secondo me, sono i più importanti, è attraverso loro che si nutre in maniera conveniente la vita, il pensiero e l’emotività. Diceva scherzando un mio caro amico: “Lo sport forse non è la felicità, ma io non ho mai visto uno sportivo triste”.